Civile

Indebito arricchimento: il privato può agire anche se la Pa non riconosce l'utilità dell'opera

di Patrizia Maciocchi

Il privato che fa delle opere per la pubblica amministrazione fuori o senza contratto e non viene pagato, può proporre l’azione per indebito arricchimento anche se l’ente pubblico non riconosce l’utilità del suo intervento. Il debitore potrà, infatti provare l’oggettivo arricchimento, la cui valutazione spetta al giudice, mentre l’amministrazione non potrà più limitarsi a non riconoscerlo ma dovrà dimostrare che non fu voluto o che non era consapevole del fatto. Le Sezioni unite della Corte ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?