Civile

Nessun coordinamento fra i due processi

di Giorgio Vaccaro

La riduzione dei termini per poter chiedere al giudice di pronunciarsi sulla «cessazione degli effetti civili del matrimonio», introdotta con la legge 55/2015, appare una conquista irrinunciabile che, finalmente, pone il nostro Paese a un livello di civiltà giuridica che, vigendo il precedente termine triennale, sembrava perso per sempre. Nella pratica, però,la superficiale stesura della nuova normativa, in particolare dell’articolo 3, ha già catalizzato le attenzioni e le critiche degli operatori del settore. Infatti, l'aver previsto, ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?