Tributario

No al condono tramite compensazione di un credito ancora non riconosciuto

Giampaolo Piagnerelli

Il Fisco è tenuto sempre e comunque ad avere un atteggiamento di collaborazione con il contribuente, ma quest'ultimo non può giustificare la mancata adesione al condono per mancanza di soldi. Questi i principi enunciati dalla Cassazione con la sentenzan. 10264/2015 . La Corte ha precisato, infatti, che sbaglia il contribuente, quando in forza di un'ipotetica compensazione con il Fisco mai passata in giudicato con apposita sentenza, lamenti che avrebbe avuto la somma per procedere al condono con il Fisco. ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?