Civile

Avvocati, nessun compenso per il curatore dell'inabilitato

Francesco Machina Grifeo

Nessun compenso per l'avvocato che svolga l'attività di curatore dell'inabilitato. Lo ha stabilito la Corte di cassazione, sentenza 9816/2015 , respingendo il ricorso di un legale che chiedeva, fra l'altro, per le proprie prestazioni professionali, la liquidazione della parcella secondo le tariffe forensi. Il caso - ll giudice tutelare aveva riconosciuto al ricorrente 30mila euro per la sua attività, contro i 67mila richiesti (di cui 16.500 per compensi professionali relativi ad attività stragiudiziale). Proposto reclamo, il tribunale l'aveva ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?