Civile

Comunicazione al difensore valida se arriva in via alternativa al fax o alla Pec

di Mario Piselli

Nel regime di cui all'ultimo comma dell'articolo 366 del Cpc e in relazione al rinvio operato al secondo e al terzo comma dell'articolo 136 del Cpc (risultanti dalle sostituzioni operate dall'articolo 25, commi 1, lettera d), n. 1, e 2, n. 2 della legge 183/2011), deve ritenersi che, quando il difensore ha indicato nell'atto con cui si costituisce nel giudizio di legittimità di voler ricevere le comunicazioni presso un numero di fax e/o a un indirizzo di ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?