Civile

LAVORO – Cassazione n. 9109

Nel caso di sospensione cautelare sia per motivi disciplinari sia penali al dipendente spettano gli assegni non percepiti, esclusi i compensi relativi alla presenza in servizio, dedotto l'assegno alimentare, solo nel caso in cui il procedimento penale si sia concluso con un proscioglimento o assoluzione perché il fatto non sussiste o non è stato commesso e, nel caso di procedimento disciplinare questo si chiuda con un proscioglimento o una sanzione limitata al rimprovero scritto ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?