Civile

UNA LETTERA SENZA DELEGA NON AMMETTE AL VOTO

LA DOMANDA Nel condominio dove abito, l'amministratore si presenta in assemblea con una lettera di un condomino riportante le intenzioni del condomino stesso riguardo ai punti posti all'ordine del giorno. Dunque, questo condomino è assente e non ha rilasciato alcuna delega a un altro condomino.L'amministratore sostiene che tale condomino dev'essere considerato presente e che vanno inserite nelle votazioni dei vari argomenti posti all'ordine del giorno le volontà indicate nella lettera, in quanto - sempre a detta dell'amministratore - si tratta di delega in busta chiusa.È legale tutto ciò?

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?