Civile

Nelle azioni di difesa titolarità attiva e passiva non rilevabile d’ufficio

di Mario Piselli

L'azione del proprietario del fondo volta a conseguire la demolizione o l'arretramento dell'opera è esperibile esclusivamente nei confronti del proprietario confinante in considerazione del carattere reale dell'azione medesima qualificabile come negatoria servitutis. Ne discende che la titolarità attiva o passiva del rapporto controverso si traduce nella proposizione di una questione che non è di legittimazione passiva ad causam, non è questione rilevabile d'ufficio, ma costituisce un requisito di fondatezza della domanda. Pertanto, spetta all'attore dimostrare e provare ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?