Civile

Locazioni: valida la clausola contrattuale che prevede incrementi nel corso degli anni

di Mario Piselli

Un accordo che geneticamente preveda un importo del canone di locazione destinato a crescere nel corso degli anni può essere valido, purché non sia destinato a svolgere surrettiziamente una funzione di aggiornamento del valore del canone, svincolata dai criteri e dai limiti fissati dall'articolo 32 della legge 392/1978 e trovi la sua giustificazione causale dall'assetto che le parti hanno dato ai rispettivi interessi nel contratto, mentre è nulla per violazione dell'articolo 79 della legge 392/1978 la pretesa di ulteriori ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?