Civile

Condominio, denuncia dei vizi solo da parte del mandatario

di Antonio Scarpa

Sulla denuncia dei «vizi» dei lavori non si scherza. La Cassazione (sentenza 4364/2015) ha chiarito le regole sui suoi contenuti. Dopo che è stata ultimata la ristrutturazione di un edificio condominiale, l’amministratore di questo segnala all’impresa appaltatrice la presenza di ruggine nell’acqua erogata dalla conduttura di adduzione idrica. Viene così espletato un procedimento di istruzione preventiva, che accerta che l’impianto è stato realizzato in acciaio zincato, potendosi presumere, quindi, che l’acqua ricevesse ferro dalla conduttura. Iniziata la causa di ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?