Civile

RISARCIMENTO DEL DANNO - Cassazione n. 7194

Nell'ipotesi di danni alla salute oggettivamente non riconducibili a un preciso comportamento colposo di un terzo (come negli stati ansioso-depressivi) per l'individuazione del dies a quo della decorrenza del diritto al risanamento del danno rileva l'esteriorizzazione del danno come oggettivamente percepibile e riconoscibile


© RIPRODUZIONE RISERVATA