Civile

Nullità del matrimonio concordatario, sì alla delibazione se la convivenza è inferiore ai tre anni

Francesco Machina Grifeo

Per rifiutare la delibazione di una sentenza ecclesiastica dichiarativa della nullità del matrimonio concordatario, per vizio di mente di uno dei coniugi, è necessario che la convivenza si sia protratta per almeno tre anni. Soltanto in questa ipotesi, infatti, può trovare accoglienza, in difesa dell'«ordine pubblico», la tutela del cosiddetto «matrimonio-rapporto», rispetto alla validità dell'«atto». Lo ha stabilito la Corte di cassazione con la sentenza 6611/2015 . La vicenda - La Corte di appello di Lecce aveva rigettato ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?