Civile

Fallimento, giudice del lavoro in campo per le questioni non retributive

Francesco Machina Grifeo

In caso di fallimento la competenza del giudice del lavoro permane unicamente per questioni relative all'«accertamento» o alla «costituzione» del rapporto di impiego, mentre per le rivendicazioni di natura economica la domanda deve essere rivolta al giudice fallimentare. Lo ha stabilito il Tribunale di Bari, sentenza 22 ottobre 2014 n. 7781 , dichiarando inammissibile la domanda di un dipendente di un Srl che rivendicava il pagamento di somme «a titolo di differenze retributive» maturare prima della dichiarazione di dissesto. ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?