Civile

Gli acconti maturati vanno pagati all'appaltatore prima della sentenza di fallimento

di Federico Gavioli

La Corte di cassazione, con la sentenza del 6 marzo 2015 n. 4616, ha stabilito che, nell'ipotesi in cui l'appaltatore sia assoggettato a una procedura concorsuale, ha diritto ugualmente al pagamento del corrispettivo maturato per le opere eseguite, prima del sentenza di fallimento; i giudici di legittimità hanno accolto il ricorso della curatela fallimentare che chiedeva alla Regione il pagamento dei corrispettivi conseguiti da una ditta, prima del fallimento, indipendentemente dai danni subiti dal committente. La ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?