Civile

La rinuncia alla quota di comproprietà configura una donazione indiretta

di Andrea Alberto Moramarco

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

La rinuncia alla quota di comproprietà effettuata al fine di favorire in via riflessa gli altri comproprietari costituisce una donazione indiretta che non necessita dell'atto pubblico. E se, contestualmente, il negozio contenente tale rinuncia comprende anche una patto successorio nullo ai sensi dell'articolo 458 del codice civile , la nullità della clausola travolge l'intera pattuizione solo se il negozio non sarebbe stato stipulato in assenza del patto nullo. Questi principi sono stati ribaditi dalla Cassazione con la sentenza 3819/2015. ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?