Civile

La prelazione non si sopprime per danneggiare la minoranza

di Angelo Busani

La soppressione del diritto di prelazione, previsto dallo statuto di una Spa, se votata a maggioranza, è illegittima qualora si tratti di una deliberazione adottata non nell’interesse della società, ma al solo fine di procurare una situazione di svantaggio al socio di minoranza: è quanto deciso dal Tribunale di Milano, in un’ordinanza emessa il 22 gennaio 2015 in un procedimento cautelare (n. 45749/2014) instaurato per ottenere la sospensione della deliberazione in questione. Nel caso esaminato dal tribunale era stata ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?