Civile

Banche, sui rischi dei future informazioni anche verso l'impiegato-cliente

di Patrizia Maciocchi

La banca ha il dovere di informare il cliente per iscritto quando le perdite sulle operazioni in futures superano il 50% delle somme detenute presso l’istituto. E deve stoppare l’investitore quando vede che le operazioni sono anomale per tipologia, dimensione, frequenza e situazione finanziaria. Un dovere che non viene meno quando l’investitore è un impiegato della stessa banca che non può, solo in virtù del ruolo, essere considerato un operatore qualificato. ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?