Civile

Valida la polizza firmata da un falso rappresentante

di Filippo Martini

Un contratto di assicurazione concluso da un falso rappresentante della società assicurata può essere ritenuto comunque valido se il falso rappresentato ha indotto il terzo, senza colpa, a credere nella validità della sottoscrizione dell’accordo e della polizza. Lo ha stabilito il tribunale di Padova in una sentenza depositata il 18 settembre 2014 . L’affidamento del terzo -La vicenda giudiziaria riguardava la pretesa da parte di una compagnia di assicurazione di vedere pagati i premi assicurativi scaduti e dovuti ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?