Civile

La banca ottiene il rimborso dell'assegno non trasferibile da chi lo ha negoziato senza essere il prenditore

di Marco Marinaro

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

La domanda della banca finalizzata ad ottenere il rimborso dell'importo di un assegno non trasferibile nei confronti di colui il quale lo ha posto all'incasso pur non essendone il prenditore è fondata. Lo ha stabilito la Prima Sezione Civile della Cassazione con la sentenza n. 2663 depositata l' 11 febbraio 2015 (Pres. Ceccherini, Est. Dogliotti) che nel rigettare il ricorso proposto da colui che aveva posto il titolo all'incasso ha confermato le pronunce del tribunale e della corte ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?