Civile

L’atto di rinuncia estingue il giudizio solo se comunicato alla controparte

di Mario Finocchiaro

L'atto di rinunzia al ricorso per cassazione depositato nel termine previsto dall'articolo 390 del Cpc non può essere considerato idoneo a determinare la estinzione del giudizio, qualora non sia stato notificato alla controparte, né comunicato all'avvocato della stessa il quale non abbia – pertanto – apposto il visto prescritto dall'articolo 390, comma 3, del Cpc . Lo ha stabilito la Cassazione con la sentenza n. 23080 del 2014. Per la produzione dell’effetto estintivo - Secondo i ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?