Civile

Integrazione del contraddittorio solo se vi è un reale interesse

Francesco Machina Grifeo

Il principio costituzionale della ragionevole durata del processo impedisce al giudice di adottare provvedimenti che ritardino inutilmente la definizione del giudizio senza utilità per il diritto di difesa o per il rispetto del contraddittorio. Come accadrebbe se l'integrazione del contraddittorio fosse disposta anche quando essa non apporti alcuna utilità. È questo il principio richiamato della Corte d'Appello di Roma, sentenza 31 luglio 2014 n. 5102 , in un procedimento che aveva visto il coinvolgimento di tre nuclei familiari. Secondo ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?