Civile

Sopraelevazione, condòmini da indennizzare anche se l'altezza del fabbricato non cambia

di Francesco Machina Grifeo

Il diritto dei condòmini a percepire l'indennizzo per le sopraelevazioni fatte dal proprietario dell'attico (articolo 1127 ultimo comma del codice civile ), non presuppone necessariamente il superamento dell'altezza originaria dell'edificio. Infatti, «l'indennità è dovuta non solo nel caso di realizzazione di nuovi piani ma anche nel caso di trasformazione di locali preesistenti, mediante l'incremento delle superfici e delle volumetrie a prescindere dall'aumento dell'altezza del fabbricato». Lo ha stabilito il Tribunale di Milano, sentenza 22 luglio 2014 n. 9629 , ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?