Civile

Investita dal carrello sul tapis roulant, centro commerciale responsabile

Francesco Machina Grifeo

È dovuta ricorrere fino inCassazione (sentenza 25214/2014) ma alla fine una signora investita dal suo stesso carrello sganciatosi dal «tappeto mobile» che dal garage conduceva alla sala vendite, all'interno di un centro commerciale milanese, ha visto accolte le proprie ragioni. In primo ed in secondo grado, infatti, i giudici avevano ritenuto non provato il nesso causale tra l'infortunio e «la condizione potenzialmente lesiva, posseduta dal carrello, o dal tappeto mobile, o da entrambi». La fase di ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?