Civile

Chi non concilia paga di più

di Marco Marinaro

Se un professionista chiamato in giudizio per risarcire un danno connesso alla sua attività dichiara di voler aderire alla proposta conciliativa del giudice nonostante non l’avesse formalmente accettata nei termini prescritti, è censurabile per aver tenuto una condotta dolosa, tanto più grave e ingiustificata in quanto proveniente da «persona istruita e assai qualificata in termini giuridici». Per questo, il professionista viene condannato a pagare un risarcimento aggiungendo una penale e il suo comportamento può essere ritenuto rilevante anche ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?