Civile

Separazione finta, l'omologa vince sulla simulazione

di Giorgio Vaccaro

Anche l'atto di separazione simulato ha pieno valore, se è omologato. Lo afferma la Prima sezione del Tribunale civile di Roma (presidente Crescenzi, relatore Galterio), decidendo su una nuova istanza di separazione presentata ex novo da uno dei coniugi per ottenere condizioni economiche più favorevoli rispetto all'atto originario. La controparte ne aveva eccepito l'improcedibilità proprio perché c'era già stata una separazione consensuale. Per giustificare la nuova istanza di separazione, il coniuge che l'ha presentata ha inizialmente dichiarato che ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?