Civile

Perde l'eredità chi tenta di uccidere il coerede dopo la morte del de cuius

Andrea Alberto Moramarco

L'indegnità a succedere è una causa di esclusione della successione che impedisce non solo di acquistare, ma di anche mantenere l'eredità, obbligando inoltre chi ne ha di fatto goduto alla restituzione dei frutti pervenutigli dopo l'apertura della successione. L'indegnità può essere pronunciata anche se il fatto idoneo a determinarla ai sensi dell'articolo 463 del codice civile è commesso successivamente alla morte del de cuius. Questo è quanto si desume dalla sentenza del Tribunale di Cassino 489/2014 . La ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?