Civile

Per escludere il socio dall'accomandita semplice non serve l'assemblea

di Angelo Busani

L'esclusione di un socio di una società di persone (un accomandatario di accomandita semplice) non richiede la convocazione dell'assemblea dei soci e l'espressione della volontà di esclusione in sede assembleare; è infatti sufficiente che l'esclusione sia decisa dalla maggioranza dei soci (a prescindere dalle modalità di espressione di tale volontà) e che essa sia comunicata al socio escluso, in modo da porre quest'ultimo in condizione di esercitare la facoltà di opposizione avanti al tribunale nel termine di 30 giorni ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?