Civile

Niente lite temeraria se il conduttore si oppone allo sfratto consapevole dell’inadempimento

Andrea Alberto Moramarco

Non può considerarsi lite temeraria, tale da dare luogo al risarcimento dei danni ex articolo 96 del codice di procedura civile, l'opposizione alla convalida dello sfratto per morosità nell'ipotesi in cui il conduttore sia consapevole della esistenza, della entità e della gravità del proprio inadempimento, qualora il locatore non si sia avvalso della clausola risolutiva espressa prevista nel contratto e ci sia la possibilità di continuare il rapporto di locazione con il pagamento regolare dei canoni successivamente dovuti. Lo ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?