Civile

Fallimento: competenza al giudice italiano se la società porta la sede all'estero

a cura della redazione di Lex24

Spetta al giudice italiano la giurisdizione sull'istanza di fallimento contro una società di capitali costituita in Italia, che, dopo il manifestarsi della crisi dell'impresa, abbia trasferito all'estero la sede legale, nel caso in cui i soci del cda o chi ha maggiormente operato per la società, siano cittadini italiani senza collegamenti significativi con lo Stato estero. I fatti lasciano chiaramente intendere come la delibera di trasferimento fosse preordinata allo scopo di sottrarre la società dal rischio di dichiarazione di ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?