Professione

Avvocati dipendenti pubblici, il danno all'immagine della Pa è automatico

Francesco Machina Grifeo

Chi viola la regola della incompatibilità tra la professione di avvocato e lo status di dipendente pubblico commette un illecito a prescindere dall'effettivo prodursi di un danno per l'amministrazione. Lo ha chiarito laCorte di cassazione, sentenza 19682/2014 , accogliendo il ricorso dell'Agenzia delle entrate contro la sentenza della Corte di appello di Ancona che, invece, aveva reintegrato un dipendente licenziato in quanto «la sanzione inflitta appariva sproporzionata all'entità degli addebiti» non essendosi in concreto verificato alcun danno per l'amministrazione. ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?