Civile

Cessione del credito inefficace se la notifica segue la dichiarazione di fallimento

Francesco Machina Grifeo

«Ove la cessione del credito non sia stata, alla data della dichiarazione del fallimento del cedente, notificata al debitore ceduto o accettata dal medesimo, questi, ancorché sia a conoscenza dell'avvenuta cessione, è tenuto ad eseguire il pagamento al curatore del fallimento e non al cessionario». Lo ha stabilito laCorte di cassazione, con la sentenza 19199/2014 , accogliendo il ricorso del debitore contro la banca a cui era stato ceduto il credito. Il ricorso - Secondo il ricorrente, infatti, ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?