Civile

Il negoziante paga caro il gradino rotto

di Adriano Moraglio

Costa cara al negoziante la rovinosa caduta di un proprio cliente, all'interno del suo esercizio – nella fattispecie su «una rotta e sconnessa pavimentazione di scalini» – se l'episodio ne provoca «postumi permanenti». Il commerciante dovrà, infatti, anche corrispondere tanto il danno biologico quanto quello morale. Lo ha deciso la Corte di cassazione (con la sentenza 18101 depositata ieri) in merito a un ricorso presentato dai parenti della vittima – una donna successivamente morta, dopo l'avvio della causa, ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?