Civile

Non è soggetto a fallimento il socio accomandante che compie atti di gestione solo esecutivi

di Angelo Busani

Non è soggetto a fallimento, e conserva il beneficio della responsabilità limitata, il socio accomandante che, su delega del socio accomandatario, compia atti di gestione della società di cui è socio, qualora si tratti di atti aventi natura meramente esecutiva. Lo ha deciso la Cassazione nella sentenza n. 15600 del 9 luglio 2014. Nel caso giunto al giudizio della Cassazione, un Tribunale aveva deciso il fallimento di un socio accomandante di una società in accomandita semplice. La Corte ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?