Civile

L'autodestinazione non salva il bene

di Giovanbattista Tona

Stabilire con un atto unilaterale un vincolo di destinazione su un proprio bene non può bastare a sottrarlo all'espropriazione forzata da parte dei creditori. Lo sostiene il tribunale collegiale di Reggio Emilia (Presidente Savastano, relatore Morlini) in un'ordinanza del 12 maggio. La vicenda riguarda una società finanziaria, che aveva pignorato un immobile di proprietà di un suo debitore inadempiente ma si era vista opporre un vincolo che il proprietario aveva impresso sul bene in forza di un atto ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?