Civile

Sede all'estero, l'impresa continua

a cura delle redazione di Lex 24

Il trasferimento della sede sociale all'estero, a prescindere dal suo carattere fittizio (che rileva solo ai fini della persistenza della giurisdizione italiana), non comporta l'estinzione dell'ente e quindi - sempre che l'ordinamento dello stato ricevente non ponga regole diverse - non fa venir meno la continuità giuridica della società trasferita. • Cassazione, sezione I Civile, sentenza 15596 del 9 luglio 2014 ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?