Civile

Professionisti, credito illiquido anche se la tariffa prevede un minimo ed un massimo

Francesco Machina Grifeo

Se non prefissato in una somma di denaro, il credito per prestazioni professionali è da considerarsi sempre «illiquido» con la conseguenza che in caso di inadempimento l'azione deve essere proposta nel foro del domicilio del debitore. Lo ha stabilito la Corte di cassazione, con la sentenza 15787/2014 , respingendo il ricorso di un commercialista per una parcella relativa all'assistenza per due pratiche di finanziamento europeo fornita ad una srl abruzzese. Il ricorso - Bocciata, dunque, la doglianza del ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?