Civile

Reati patrimoniali, via l'amministratore dopo la condanna

di Augusto Cirla

L'amministratore che abbia riportato condanne definitive per reati contro il patrimonio, anche se prima dell'entrata in vigore, il 18 giugno 2013, della riforma del condominio legge 220/2012, non è legittimato a ricoprire la carica, nemmeno se l'assemblea lo abbia regolarmente nominato con il quorum previsto dall'articolo 1129, comma 2, del Codice civile. Le condanne per tali reati rappresentano infatti, in base al nuovo articolo 71-bis delle disposizioni di attuazione del Codice civile, una causa ostativa allo svolgimento del mandato ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?