Civile

FECONDAZIONE ASSISTITA

La vedova che dichiara di aver fatto ricorso all'inseminazione eterologa deve poter provare il consenso del defunto marito per evitare il disconoscimento di paternità, chiesto dal suocero. La Cassazione ricorda che la legge 40/2004, nel vietare tecniche di procreazione assistita di tipo eterologo, aveva introdotto un nuova ipotesi di disconoscimento di patenità, che escludeva tuttavia la legittimazione ad agire in giudizio del coniuge o del convivente nel caso esistesse prova del suo consenso ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?