Civile

Nulla la procura in inglese senza motivo

Patrizia Maciocchi

Nullo l'atto notarile redatto in lingua straniera se manca l'indicazione del motivo per il quale non viene usato l'italiano. La Corte di cassazione, con la sentenza 8611, respinge il ricorso di un notaio "colpevole" di aver scritto una procura speciale in inglese, limitandosi ad affermare che si trattava di una lingua conosciuta sia da lui sia dal dichiarante di nazionalità estera. Secondo la Commissione regionale di disciplina, che aveva inflitto al notaio una sanzione di 9.800 euro, la ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?