Civile

Separazione, l'alta conflittualità tra coniugi non blocca l'affidamento condiviso

Francesco Machina Grifeo

Fonte: Guida al Diritto In un giudizio di separazione coniugale la determinazione dell'assegno non deve avvenire sulla base di una «operazione aritmetica fra le due contrapposto domande», residuando sempre una discrezionalità del giudice nella definizione del quantum. E il provvedimento di «affidamento condiviso» dei figli non può essere messo in crisi dalla conflittualità tra i coniugi e dal loro comportamento processuale, a meno che l'assegnazione congiunta rischi di provocare un danno allo sviluppo del minore. Lo ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?