Civile

Indennizzi tardivi nella «Pinto» se chiesti in appello

Patrizia Maciocchi

Fonte: Guida al Diritto Il ritardato pagamento degli indennizzi per l'eccessiva durata dei procedimenti non rientra nel raggio d'azione della legge Pinto, se il ricorrente non lo chiede espressamente in Appello. Le Sezioni unite della Corte di cassazione, con la sentenza 6312 depositata ieri, definiscono l'ambito di applicabilità della legge 89/2001, in relazione ai danni per il ritardato pagamento dell'indennizzo riconosciuto per l'eccessiva durata della causa. Secondo il ricorrente poteva rientrare sotto l'ombrello Pinto anche la ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?