Civile

No all'aborto per l'interdetta se la gravidanza è compatibile con la cura della sua salute

Andrea Alberto Moramarco

Fonte: Guida al Diritto La proposta fatta dal tutore di far interrompere la gravidanza alla persona interdetta per infermità di mente deve essere rigettata se le ragioni addotte a sostegno della richiesta risultano non compatibili con il delicato ufficio del tutore e con la finalità della cura della salute dell'interdetta. Ciò è stato affermato dal Tribunale di Catanzaro con la sentenza del 18 novembre 2013 , con la quale il giudice tutelare non ha autorizzato ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?