Civile

Sentenza riformata: la nullità della domandadi restituzione non esclude l'azione monitoria

Fonte: Guida al Diritto È legittima la domanda di restituzione di somme precedentemente pagate in esecuzione di una sentenza successivamente riformata (in appello o in Corte di cassazione). E ciò anche se la pronuncia, dopo aver riconosciuto la ragioni della parte in primo grado soccombente, abbia poi rigettato nello specifico la domanda di restituzione per carenza di prova circa l'effettivo pagamento. L'azione monitoria di restituzione non è infatti riconducibile ad una azione di ripetizione dell'indebito e ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?