Civile

Compravendita, legittimo il recesso dal preliminare se manca il certificato di abitabilità

Fonte: Guida al Diritto È giustificato il recesso dell’acquirente dal preliminare di compravendita se il venditore non rilascia il certificato di abitabilità dell’immobile, in quanto si tratta di un «requisito essenziale del bene» idoneo ad incidere sulla sua funzione economico sociale. Lo ha stabilito la Corte di cassazione, con la sentenza 629/2014, considerando la mancata produzione del documento un grave inadempimento, con la condanna dei venditori a corrispondere il doppio della caparra. I precedenti ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?