Civile

Anonimato più «flessibile»per la madre biologica

Licia Califano

Una recente decisione dell'Autorità garante per la privacy sul ricorso di una donna, la quale chiedeva di accedere ai dati personali della figlia non legalmente riconosciuta, ci impone alcune riflessioni sull'importante tema del diritto all'anonimato della madre naturale. Tale diritto, assicurato da una serie di norme del nostro ordinamento, è senza dubbio funzionale alla tutela della salute della madre e del neonato - la madre può partorire assistita nelle strutture ospedaliere in totale anonimato -, nonché espressione specifica del ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?