Amministrativo

Accesso agli atti adottati in seduta riservata se il regolamento comunale non lo vieta

di Daniela Casciola

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

Un Comune non può negare l'accesso agli atti a persona direttamente interessata perché sono stati adottati in seduta riservata. Soprattutto se il regolamento dell'ente non preveda regole che possano giustificare il diniego. Lo ha deciso il Tar di Milano con la sentenza n. 1409/2017. Il ricorrente, un ex dipendente comunale, ha proposto ricorso contro il diniego del Comune alla richiesta di accesso agli atti della commissione d'indagine istituita dal consiglio comunale sulla propria nomina a dirigente dell'ente. Le deliberazioni ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?