Amministrativo

In caso di cessione di ramo d’azienda è inammissibile il risarcimento per ingiusta informativa antimafia

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

«E' inammissibile per difetto di legittimazione attiva, la domanda di risarcimento dei danni subiti per effetto dell'informativa antimafia e della conseguente revoca dell'aggiudicazione dell'appalto di lavori, successivamente annullati in sede giurisdizionale, ove – prima della revoca dell'aggiudicazione – sia intervenuta cessione del ramo d'azienda». Questo il principio espresso dal Tar Sardegna con la sentenza 14 giugno 2017 n. 403.I giudici amministrativi hanno chiarito che la cessione dell'azienda comporta (ai sensi dell'articolo 2558, comma 1, del codice civile) il trasferimento ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?