Amministrativo

Contrasti tra vicini, niente «richiamo» da parte del questore

di Guglielmo Saporito

Non si può usare l’ammonimento del questore, o la procedura di stalking, per gestire contrasti tra vicini: lo precisa il Tar di Bologna, con la sentenza 792 del 19 agosto. L’autorità di pubblica sicurezza può, in generale, mediare i contrasti, perchè l’articolo 1 del Testo unico 773/1931 consente, a richiesta delle parti, di comporre bonariamente i dissidi privati. Accade così che la reazione a gesti di intolleranza; ingiurie (articolo 594 del Codice penale); danneggiamenti (articolo 635); molestie (660), ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?