Amministrativo

Gare pubbliche, per la concessione di vendita non va indicato l’incasso presunto

di Guglielmo Saporito

Le gare per collocare distributori automatici in luoghi pubblici non devono indicare il potenziale valore del contratto, perché spetta all’imprenditore reperire i dati per formulare un’offerta remunerativa. Questo è il principio posto dal Tar Bologna nella sentenza 11 luglio 2016 n. 699, relativa ad un’Asl che poneva in gara la concessione di macchinette per distribuire bevande e snack. Un’impresa contestava la gara, lamentando di non poter formulare un’offerta economica perché il bando comunicava solo l’importo del canone da versare ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?