Amministrativo

Gestione straordinaria, senza il decreto finale sempre valido il recesso per interdittiva antimafia

di Francesco Clemente

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

L'impresa interdetta per mafia può completare il contratto in corso se il prefetto ne ha disposto la gestione straordinaria, ma la stazione appaltante può recedervi anche dopo se la misura conservativa è stata solo avviata e non ha indicato subito gli appalti cui applicarla, e senza aspettare l'eventuale sanatoria finale. Il Consiglio di Stato - sentenza 1630/2016, Terza sezione, 28 aprile – ha così dato ragione a un Comune che, come dettato dal Codice antimafia (comma 2, art. ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?